Festeggia i suoi primi dieci anni la stagione del teatro Subasio di Spello. Il primo appuntamento con "La bella stagione" è quello in programma per il prossimo venerdì, il 5 novembre, quando sul palco spellano si esibirà il Teatro delle Ariette con lo spettacolo Padre Nostro che vedrà, tra gli altri, in scena anche un cane e un pony. Gli appuntamenti andranno avanti fino alla fine di aprile del prossimo anno: spettacoli diversi rivolti a un pubblico variegato per gusto ed età,
"Ciò affinché il teatro diventi un luogo vissuto, centro del confronto e dell'interesse della città"
, come ci ha tenuto a precisare l'assessore alla cultura del Comune di Spello Liana Tili nel corso dell'incontro di presentazione tenutosi ieri mattina nella sala degli Zuccari del Palazzo del Comune di Spello e al quale hanno partecipato anche il sindaco Sandro Vitali e il presidente di Fontemaggiore Stefano Cipiciani.
"La collaborazione tra Comune di Spello e Fontemaggiore ha decretato in questi anni il successo della stagione teatrale del Subasio - ha dichiarato il sindaco Vitali - ciò nonostante i tagli che nel corso degli anni si sono fatti pesanti. Ma Spello, invece, crede nell'importanza del suo patrimonio culturale e del sostegno alle attività artistiche, ad iniziare dal teatro e per questo ci siamo impegnati per la promozione di questo settore. Certo in futuro - ha concluso il sindaco - la possibilità di una collaborazione tra Spello ed altri Comuni del comprensorio, delle stesse dimensioni, che dispongono quindi di piccoli teatri, potrebbe rivelarsi preziosa sul fronte del contenimento dei costi."
"Il vero successo che siamo riusciti a ottenere in questi anni - ha dichiarato poi nel suo intervento l'assessore alla cultura Liana Tili - è la precisa identità che oggi ha il teatro Subasio, un'identità assolutamente riconoscibile. Il suo palcoscenico è uno spazio a disposizione dei giovani talenti ma anche un luogo di confronto aperto alle scuole e ai laboratori per ragazzi, dai 12 ai 18 anni, e per gli adulti. Su questo fronte - ha illustrato ancora l'assessore - va tra l'altro segnalata la nascita della prima compagnia teatrale spellana, l'Accademia degli Inquieti, frutto di anni di laboratorio, che debutterà il prossimo 19 dicembre proprio sul palco del Subasio. Un teatro, quello di Spello che vuole essere un luogo vissuto, un punto di riferimento per gli spellani e per i molti giovani delle scuole."
"Non abbiamo mai trattato sulla qualità -ha esordito poi il presidente di Fontemaggiore Stefano Cipiciani - e non lo faremo mai, neppure in futuro, neppure a causa dei tagli. Siamo fieri del cartellone che anche quest'anno animerà la stagione spellana con veri talenti quali Filippo Luna con Le mille bolle blu, che sarà in scena il 17 dicembre e ancora Jacob Olesen con Oibò son morto il 18 marzo 2011 e ancora l'opera Ballarini, in programma il 26 aprile 2011, che avrà la regia di Emma Dante, colei che quest'anno ha curato la prima al teatro La Scala. Questi - ha concluso Cipiciani - sono soltanto alcuni dei nomi importanti che si alterneranno a Spello nel corso di una stagione ricchissima, in grado di accogliere, divertire, emozionare e commuovere un pubblico a dir poco eterogeneo."




0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Assisi e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Alte notizie di Assisi e dintorni

Offerte di lavoro ad Assisi e dintorni

News dalla Provincia di Perugia