Successo e consensi per la preapertura del foro romano, terzo sito museale di Assisi, oltre alla Rocca Maggiore e a Palazzo Vallemani.
Accessibile anche ai disabili il tunnel sotterraneo alla piazza del Comune, che dall'ingresso di via Portica del foro giunge fino alla Sala delle Volte sotto il palazzo del municipio.
Il percorso sarà rifinito per l'inaugurazione ufficiale del prossimo 13 settembre, anche se la vera novità annunciata dal sindaco Claudio Ricci è questa: Assisi riacquisterà l'utilizzo dell'antica piazza romana.
"Le due scale che conducevano dal foro al tempio della Minerva verranno riaperte" ha spiegato il primo cittadino "in questo modo la città potrà vivere due piazze contemporaneamente".
Si, perché l'ambiziosa operazione, cui hanno sinergicamente lavorato comune di Assisi, Soprintendenza per i beni archeologici dell'Umbria, Fondazione della Cassa di Risparmio di Perugia e Arcus, società per lo sviluppo dell'Arte, della Cultura e dello Spettacolo del ministero per i Beni e le Attività Culturali, si pone sicuramente l'obbiettivo di accrescere l'appeal culturale del sito assisano, ma soprattutto di rendere la cittadinanza conscia della propria ricchezza.
"Sono proprio gli autoctoni i principali destinatari dei lavori che la Soprintendenza sta svolgendo un po' su tutto il territorio regionale" spiega il soprintendente Maria Rosaria Salvatore "sicuramente questo di Assisi è uno dei cantieri più importanti fra quelli conclusi negli ultimi quattro anni; l'auspicio è quello di rendere comprensibile alla popolazione l'origine della propria città".
Al nuovo percorso sotterraneo mancano ancora finiture, didascalie, segnaletica e video tridimensionali che, entro il 2009, faciliteranno ulteriormente l'approccio dei visitatori al sito romano; ma l'amministrazione comunale ha in mente ben altro per l'avvicinamento della popolazione al percorso museale.
"Oltre agli esperti di storia e cultura romana, che sicuramente apprezzeranno in modo autosufficiente il lavoro svolto per la valorizzazione di questo sito, è importante che tutti colgano le emozioni che spazi come solo questo sanno dare" sottolinea il sindaco Ricci "è in quest'ottica che ci impegneremo per organizzare concerti, convegni, conferenze stampa e altri eventi sia in superficie, che sotto la piazza del Comune, in modo da creare fruibilità parallele per trasformare la storia in spazio vivente".
Presenti all'inaugurazione rappresentanti del Consorzio Assisi, già gestori della Rocca Maggiore e di Palazzo Vallemani, membri della maggioranza e dell'opposizione politica, ma soprattutto tanti visitatori, locali e stranieri.



0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Assisi e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Alte notizie di Assisi e dintorni

Offerte di lavoro ad Assisi e dintorni

News dalla Provincia di Perugia