Trent'anni di successi e di vita per una festa che promuove e valorizza il territorio e un prodotto di eccellenza, la cipolla in tutte le sue forme e colori: tonda e schiacciata, dorata e rossa. È la Festa della cipolla di Cannara, manifestazione gastronomica che nel corso degli anni si è consolidata sempre di più nel panorama delle sagre umbre e che vede protagonista assoluto questo bulbo utilizzato in vari modi in cucina. Ed è proprio questa la differenza che la rende unica
"non è un caso - ha sottolineato, durante la presentazione del programma, che si è svolta ieri nella sede della Provincia di Perugia, il sindaco Giovanna Petrini - che si chiami festa e non sagra."
Una festa del gusto e dei sapori, che si terrà dal 1° al 5 e dal 7 al 12 settembre, con ben 6 stand ("Al cortile antico", "La taverna del castello", "Il rifugio del cacciatore", "Il pescatore" "Il giardino fiorito" e "El cipollaro") dislocati nel centro storico e la cui particolarità è quella di coinvolgere tutta la comunità. L'evento, organizzato dall'amministrazione comunale e, per il secondo anno consecutivo, dall'Ente festa, proporrà in questi 11 giorni vari menù per soddisfare le esigenze e i palati di tutti i visitatori. Presenti alla conferenza anche Luciano Ricciolini, presidente dell'Ente festa e Donatella Porzi, assessore alle attività culturali della Provincia di Perugia.
"Il nostro sforzo per l'organizzazione di una manifestazione, che conta circa 65mila presenze - ha dichiarato Ricciolini -, è cercare di offrire al pubblico la migliore accoglienza possibile"




0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Assisi e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Alte notizie di Assisi e dintorni

Offerte di lavoro ad Assisi e dintorni

News dalla Provincia di Perugia