Assisi meta low cost per il turismo

La città serafica diventa una meta low cost per famiglie grazie alla non applicazione della tassa di soggiorno. La lettura è del sindaco Ricci, che annuncia: 'Alcune mostre sono gratuite, come quella in corso su Norberto con quasi 500 fra sculture e opere e un flusso medio di visitatori che sta superando i 500 al giorno".
Ricci fornisce anche dati secondo i quali nei primi tre mesi del 2013 il turismo ha registrato un aumento del 14%: "Un grazie va anche alle diocesi e alle famiglie francescane, perché tutte le basiliche, chiese e santuari includono veri e proprio musei con opere d'arte e oltre ventimila metri quadrati di affreschi accessibili liberamente. Grazie all'impegno di tutta la città e idi tutte e categorie, insieme dobbiamo continuare a migliorare lo spirito di accoglienza con un equilibrato e giusto rapporto fra qualità e prezzi nelle strutture ricettive, bar, ristoranti e servizi, lavorando sul valore, reale e percepito, dell'ospitalità".
La certificazione del no alla tassa di soggiorno arriva dalla pre-adozione del bilancio 2013, "tra i più complessi e difficili degli ultimi venti anni ", ammettono il sindaco e l'assessore Massucci perché ha avuto bisogno nel biennio 2012-2013 di un risparmio del 15% della spesa corrente con una revisione di circa 1.100 poste di bilancio. Oltre al no alla tassa di soggiorno, il documento prevede la non applicazione dell'addizionale Irpef, il non aumento delle tariffe di mense e trasporti e la diminuzione dell'Imu sulla prima casa (dal 4 al 3,75) e l'applicazione al minimo della Tares "In totale il bilancio include 50 milioni di euro e garantisce nuovi investimenti e manutenzioni in tutto il territorio, ampie attenzioni ai settori di sociale, famiglia, scuola, sviluppo turistico culturale ed economico (per sostenere imprese e attività) ".

E infine la giunta, che con la collaborazione della Fondazione Carisp di Perugia ha approvato altre due mostre: nel quadro dell'anno francescano in Spagna (2014, ottavo centenario dal pellegrinaggio di San Francesco a Santiago De Compostela) a Palazzo Bonacquisti si svolgerà una mostra dedicata alle opere spagnole correlate al Francescanesimo (dal 22 ago sto al 20 ottobre) mentre dal Arrivi Eventi culturali di alto spessore uniti alle peculiarità 10 agosto al 6 gennaio andrà storiche e spirituali hanno reso l'Assisano meta privilegiata in scena l'atteso evento artisti co dedicato a Canova (palazzo Monte Frumentario) con molte opere d'arte e grandi sculture provenienti dalla Fondazione Canova.

Corriere dell'Umbria Giovedì 16 Maggio 2013




0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Assisi e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Alte notizie di Assisi e dintorni

Offerte di lavoro ad Assisi e dintorni

News dalla Provincia di Perugia