É un appuntamento ormai immancabile che da 41 anni fa diventare l'Umbria centro degli appassionati di arte e mobilio antico che in questi giorni sono in giro non solo per il centro storico della città del poverello ma anche a Bastia Umbra per visitare la più importante rassegna di questo genere. Continua infatti con successo "Assisi Antiquariato", la mostra mercato nazionale in pieno svolgimento al centro Umbriafiere di Bastia Umbra, trasformato per l'occasione in elegante e raffinata galleria d'arte antica.

La rassegna - che andrà avanti fino al Primo maggio - ha già catturato l'attenzione di migliaia di visitatori da tutta Italia; notata la presenza, sempre più numerosa e interessata, di appassionati stranieri, tra cui russi e americani. Intanto per oggi, domenica, è previsto un annullo postale dedicato alla 41esima edizione di "Assisi Antiquariato". In collaborazione con Poste italiane l'annullo riproduce il logo storico della rassegna nazionale: si tratta di un appuntamento importante per tutti gli amanti della filatelia, ma non solo.
Le cartoline con il bollo speciale di "Assisi Antiquariato" saranno distribuite durante tutta la giornata di domenica all'ingresso della mostra.
Da Bastia Umbra arrivano segnali incoraggianti per il mercato dell'antico: molti affari, infatti, sono stati già conclusi e moltissimi - come è ormai tradizione consolidata - saranno conclusi nelle ultimissime ore di apertura; tanta gente in questi giorni ha preso contatti con gli antiquari. Complessivamente, nei 9mila metri quadrati di esposizione sono una ottantina gli stand allestiti da antiquari italiani e stranieri: la rigida selezione effettuata dalla commissione di esperti d'arte è una garanzia per il pubblico, tra l'altro sempre più esigente, preparato e attento.

"La qualità al centro di tutto, quando si parla di alto antiquariato non possiamo permetterci di esporre pezzi scadenti o di scarso valore storico"

, dicono gli organizzatori del Centro internazionale manifestazioni d'Arte (Cima).

Ad "Assisi Antiquariato" si possono ammirare e acquistare mobili di tutte le epoche e provenienze, con prevalenza di pezzi dal CentroNord: cassettoni, tavoli, ribalte, librerie e sedie. Grande spazio anche ai dipinti: dai lavori di alcuni grandi maestri del '400 alle nature morte del'600. Da non perdere poi le sculture, i reperti archeologici, i complementi di arredo, gli argenti, i gioielli, le icone russe, i libri antichi e le stampe, gli orologi, i tappeti, i bronzi e le porcellane di raffinata qualità. Insomma, l'affresco disegnato da "Assisi Antiquariato" è completo e variegato. Ricordiamo gli orari di apertura: della rassegna che apre i battenti la mattina alle 10 e chiude la sera alle 20 con orario continuato nelle giornate del 28 aprile e Primo maggio. Stand aperti dalle 15 alle 20 nei giorni del 29 e 30 aprile. Per informazioni si può contattare la segreteria della mostra al seguente numero di telefono: 075 - 800.13.11.

Corriere dell'Umbria Lunedì 29 Aprile 2013




0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Assisi e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Alte notizie di Assisi e dintorni

Offerte di lavoro ad Assisi e dintorni

News dalla Provincia di Perugia