Non è il caso di montarsi la testa su possibili straordinari affari, ma nei primi due giorni di apertura di “Assisi Antiquariato 2013”, proprio questi sono stati i segnali di novità. Numeroso il pubblico di visitatori che si danno appuntamento come ogni anno all'antiquaria di primavera.

“Presenze di ogni genere sottolinea Ennio Riccardi, amministratore di Cima (Centro Internazionale Manifestazione d'Arte) che organizza l'evento -. Tanti umbri e italiani, ma mi sembra incoraggiante il fatto che si siano fatti vivi subito anche commercianti del settore, soprattutto stranieri: i russi in prima linea, come anche austriaci, tedeschi e americani”.

La Mostra Assisi Antiquariato giunta alla 41ma edizione si conferma un mercato importante per oggetti di valore, oltre ad essere una rassegna che sa privilegiare preziosi oggetti d'arte a cominciare dai dipinti, come mobili e stampe. Materiale molto raffinato e portato all'interno di Umbriafiere, nel padiglione appositamente allestito, da ottanta espositori italiani e stranieri. Anche per la mostra di antiquariato, come un mese fa per Agriumbria, gli spazi disponibili non sono stati sufficienti ad accogliere tutti gli espositori che intendevano essere presenti.

La Nazione Martedì 23 Aprile 2013




0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Assisi e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Alte notizie di Assisi e dintorni

Offerte di lavoro ad Assisi e dintorni

News dalla Provincia di Perugia