Capetav 2011

É partito l'assalto del popolo della caccia alla seconda edizione del Capetav. Dopo i 16.000 visitatori che hanno affollato nel 2010 gli stands di Umbria Fiere, ieri il taglio del nastro è stato accompagnato dalla scia di voci e di anticipazioni sul prossimo calendario venatorio. L'assessore regionale Fernanda Cecchini, intervenendo ieri mattina nel corso della presentazione dell'evento a Bastia Umbra, ha rinnovato l'intenzione di non derogare in alcun modo, alla "legge nazionale". Un'interpretazione esplicitata a chiare lettere di fronte alla platea dei cacciatori giunti al centro Umbriafiere:
"Abbiamo fatto valutazioni di buon senso e siamo dell'idea - ha spiegato l'ex sindaco di Città di Castello - che le regole vadano sempre rispettate e questo vale per tutti, anche per la caccia e i cacciatori."
L'ipotesi su cui la giunta regionale continua a guardare è l'approvazione entro l'estate del calendario venatorio che - quasi certamente - vedrà una pre apertura il 4 settembre. Ma prima ancora di affrontare le tematiche relative ai tempi e alle "spalmature" del calendario venatorio, l'apertura della seconda edizione di Capetav è stata l'occasione per fare il punto sul mondo della caccia in generale e sulle tematiche correlate.
"Vogliamo ragionare insieme - ha continuato Cecchini - con le associazioni venatorie. Intanto crediamo che questo evento rappresenti la giusta collocazione e dimensione per le migliaia di appassionati del mondo della caccia. Un'opportunità turistica e di mercato che può fungere da volano per il settore turistico regionale."
Un'idea condivisa e sostenuta anche dall'assessore provinciale Roberto Bertini:
"Le grandi aziende che sono arrivate qui da tutta Italia e anche dall'estero costituiscono un punto di vanto per il nostro territorio e siamo convinti che con i Mondiali di pesca che prenderanno il via a breve, l'Umbria vivrà ancora un altro appuntamento degno della sua tradizione di regione di grande attrattiva paesaggistica e naturalistica."
La funzione "attrattiva" della regione è stata riaffermata anche dall'assessore allo Sport della Provincia di Terni, Filippo Beco, che ha fatto i complimenti agli organizzatori e indicato i punti di forza dell'edizione 2011 di Capetav.
"Già al secondo anno si è affermata come kermesse di livello nazionale - ha detto Beco - Un premio a un lavoro importante, veicolo di promozione del territorio e non solo. Punto di riferimento per i 30.000 cacciatori dell'Umbria. Domenica mattina (domani ndr) discuteremo di calendario venatorio con le associazioni e quest'anno è per noi già un piacere vedere ancora più stands all'interno dei padiglioni (7 e 8 ndr)."
L'inaugurazione del convegno è stata anche l'occasione per offrire alla platea alcune anticipazioni sui prossimi eventi all'Umbria Fiere. Ha detto Lazzaro Bogliari:
"a novembre allestiremo la manifestazione "Viaggio nel gusto", una sorta di "October fest " con birra artigianale e degustazioni di suino per educare la popolazione al bere consapevole. E per quest'anno crediamo di raggiungere 30.000 visitatori."
E in chiusura c'è stato spazio pure per le battute. Ispiratore il sindaco bastiolo Stefano Ansideri:
"Ospitiamo domani (oggi ndr) il primo raduno delle cacciatrici. E visto che ora abbiamo anche un assessore regionale donna alla Caccia..."
Jacopo Zuccari
Corriere dell'Umbria Sabato 21 Maggio 2011




0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Assisi e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Alte notizie di Assisi e dintorni

Offerte di lavoro ad Assisi e dintorni

News dalla Provincia di Perugia