Il commercio risente della crisi economica mondiale, ma il movimento di turisti c'è. a sostenere questa tesi è l'assessore Franco Brunozzi che ha avuto modo di analizzare i flussi e le presenze di questo ultimo periodo nella zona del centro storico di Assisi.
"i visitatori ci sono, ma sono cambiate le tendenze rispetto agli anni passati - afferma l'assessore - e tutti tendono a risparmiare il più possibile."
Innanzi tutto, nel nuovo stile vacanziero di inizio estate 2009, va molto di moda il turismo "mordi e fuggi", con meno giorni di permanenza all'interno della città.
Ad accorciarsi sono soprattutto i tempi di permanenza più brevi.
"Se prima molte famiglie - afferma Brunozzi - si fermavano per un intero fine settimana, adesso tendono a rimanere soltanto un giorno e non per il week-end."
In base a questa nuova tendenza, inoltre, sono cambiate anche le tipologie di turisti che scelgono Assisi più come meta per la gitarella fuori porta che come un vero e proprio luogo di vacanza.
Per quanto riguarda i comportamenti nei negozi la gente non rinuncia al souvenir ma tenta in ogni modo di fare economia eliminando soprattutto le spese superflue.
Reggono, ovviamente, i cibi, pur con le dovute differenze, i caffè e i gelati. Ma nei negozi di souvenir si guarda soprattutto al prezzo che ha spinto i commercianti a mettere in vendita oggetti di minor valore.




0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Assisi e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Alte notizie di Assisi e dintorni

Offerte di lavoro ad Assisi e dintorni

News dalla Provincia di Perugia