Il Calendimaggio entra nel vivo

In attesa della "Tenzone" di domani, un caldo pomeriggio di sole ha salutato la prima giornata del Calendimaggio, festa che non solo è espressione della plurisecolare rivalità fra "Parte de Sotto" e "Parte de Sopra", ma anche e soprattutto un modo per salutare il ritorno della primavera.
E proprio oggi, infatti, la Magnifica e la Nobilissima gareggeranno con tregge e tiro alla fune (dopo che ieri si è gareggiato con la balestra) per eleggere la regina della festa, Madonna Primavera: in gara, Beatrice Mancinelli, Giulia Lampone, Michela Ascani, Anne Claire Della Porta e Chiara Orbi (Parte de Sopra); Elena Balducci, Elena Inei, Cecilia Gorietti, Francesca Romana Tardioli e Agnese Salerno (Parte de Sotto), mentre stasera Parte de Sotto ricostruirà le scene di vita medioevale.
Ieri, intanto dopo la benedizione dei vessilli delle Parti, gli spettatori ed i giurati (Ilaria Taddei per il settore storico, Cristian Gentilini per quello musicale e Stefano Reali per quello dello spettacolo, ieri investiti "ufficialmente" del ruolo) hanno potuto ammirare l'esibizione degli sbandieratori di Assisi, l'ingresso dei cortei (salutati da applausi e fischi a seconda della "tifoseria") e la cerimonia della consegna delle chiavi da parte del sindaco Claudio Ricci, presidente onorario dell'Ente Calendimaggio abbigliato in abiti medievali, al Maestro di Campo Giuseppe Marini.
Dopo il saluto del Magistrato Salvatore Ascani e dei Priori e la sfilata della rappresentanza dell'Ente (con il nuovo Gonfalone - con i loghi del Comune e delle due Parti - ed i nuovi vestiti presentati nei giorni scorsi), Parte de Sotto ha restituto il Palio vinto l'anno scorso.
É seguita la gara tra balestrieri: hanno gareggiato Sergio Bisogno (Giallotto di Ser Francesco), Osvaldo Maitini (Svaldo de San Gregorio), Enrico Perini (Righetto del Brutto), Leonello Minni (Leonello del Tasso), Marino Ferretti (Marino de Valecchie) e Luca Chiavini (Luca del Gigio) per la Parte de Sotto, e Roger Rosi (Brollone de Favalanciata), Luciano Simonelli (Ciccio del Tacco), Francesco Nardi (Checco de Berlanga), Guido Sensi (Piccino de San Potente), Alberto Moriconi (Betto delle Cave) e Camillo Baldoni (Cabirio del Ceppaiolo) per quella de Sopra.
Nel frattempo, il Comune, dopo un incontro volto alla verifica delle problematiche del Calendimaggio (presenti l'amministrazione comunale, le forze dell'ordine ed i rappresentanti dell'Ente) ha deciso la chiusura anticipata di alcuni esercizi,
"al fine di evitare l'acquisto ed uso smodato di bevande alcoliche durante lo svolgimento della manifestazione nella serata di sabato."
Per il commercio al minuto del settore alimentare, la chiusura degli esercizi è prevista alle ore 21, mentre bar, ristoranti, pizzerie, osterie, dovranno chiudere alle 22 con divieto di somministrazione di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione dalle 21.
Per tutti gli esercizi commerciali, infine, vige il divieto di vendita per asporto di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione a decorrere dalle 18



0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Assisi e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Alte notizie di Assisi e dintorni

Offerte di lavoro ad Assisi e dintorni

News dalla Provincia di Perugia