Trentadue appuntamenti in quattro giorni. Un vero e proprio festival in onore del prodotto principe delle nostre tavole: l'olio d'oliva. "L'oro di Spello", questo il nome della kermesse che con il fitto programma di appuntamenti invaderà strade e piazze del centro storico, è un mezzo, non solo per pubblicizzare uno dei più preziosi prodotti della terra spellana, ma anche per trasmettere la cultura, il folklore e le tradizioni che da sempre spingono la gente di qui a coltivare, con passione e dedizione, suggestivi terrazzamenti.
E quest'anno le novità non mancano. A partire dal ricchissimo programma culturale, dal teatro alla lirica con l'esibizione di Raina Kabaivanska, inoltre a appassionati e turisti verrà proposto un tour che li porterà dai luoghi della coltivazione delle olive fino al frantoio in cui avviene la loro molitura, numerosi anche i concerti in programma tra cui spicca quello di Annalisa Baldi.
La lunga sfilza di eventi è stata presentata ieri nella Sala Prampolini della Pro Loco spellana alla presenza di esponenti dell'amministrazione locale, della stessa pro Loco, del presidente della Cooperativa dell'olio di Spello Fausto Fratini e di Maurizio Del Savio, direttore della Banca di Credito Cooperativo di Spello e Bettona che della manifestazione è uno degli sponsor.
Assoluta novità, presentata dall'amministratore delegato di Pharmatre Gildo Pomentale, è quella della realizzazione di una nuova linea di prodotti cosmetici (già in vendita nelle farmacie umbre e che presto saranno commercializzati in tutta Italia) realizzati con l'olio di Spello.
"Un passo avanti ha detto il sindaco Sandro Vitali aprendo l'incontro - importante non solo dal punto di vista economico ma anche da quello culturale e ancor più idrogeologico,visto che molti sono i rischi che le nostre colline potrebbero correre se non ci fossero più le coltivazioni di olivo a sostenerle.
L'olio di Spello resta comunque un prodotto di nicchia, per la sua eccellente qualità e per la limitatezza della sua produzione."
12 mila sarebbero stati, come ha ricordato il presidente della Cooperativa Fausto Fratini i quintali di oliva moliti nel frantoio di Spello:
"l'80% di questi - ha spiegato Fratini - è stato lavorato prima del 31 ottobre."
"Conferire alla manifestazione un tratto anche culturale - ha detto il vice sindaco Antonio Luna - può essere un elemento importante per la promozione della nostra terra.
Per questo punti nodali della kermesse "L'olio di Spello" saranno Piazza della Repubblica in cui sarà presentata la bruschetteria e Piazza Matteotti dove saranno numerosi e vari i prodotti da degustare.
Un apposito stand sarà dedicato alle persone affette da celiachia."
Grande soddisfazione è stata espressa dal presidente della Pro Loco Umberto Natale che ha ricordato:
"La collaborazione con l'amministrazione comunale e con le associazioni è stata imprescindibile per riavvicinare la gente a questa grande festa"




0 commenti

Posta un commento

Cerca notizie e informazioni su Assisi e l'Umbria

Cerca per argomento

Cerca per mese di pubblicazione

Alte notizie di Assisi e dintorni

Offerte di lavoro ad Assisi e dintorni

News dalla Provincia di Perugia